Estado de Alarma e Attività Economiche

A seguito dell’ ESTADO DE ALARMA dichiarato Sabato 14 marzo con il Real Decreto 463/2020, il Governo di Spagna ha limitato il movimiento delle persone e obbligato alla chiusura di alcuni tipi di attività commerciali e di servizi per evitare agglomerazione di persone.

 

ATTIVITÀ COMMERCIALI CHE RESTANO APERTE AL PUBBLICO

 
  • Alimentari, supermercati e commercio di beni di prima necessità
  • Prodotti igienici, cartolerie, giornalai e tabaccai
  • Alimenti per animali
  • Ottici, studi medici, farmacie e commercio di prodotti ortopedici
  • Attrezzature tecnologiche e della telecomunicazione
  • Benzinai
  • Commercio per internet, telefónico, per catalogo o per corrispondenza
  • Grossisti

Tutte le attività commerciali non comprese nell’elenco precedente dovranno restare chiuse.

 

ATTIVITÀ DI SERVIZI CHIUSE AL PUBBLICO

 
  • Parrucchieri e centri estetici
  • Bar e ristoranti
  • Discoteche, cinema, teatri, parchi, casinò e sale giochi
  • Palestre, stadi, centri sportivi, campi da tennis e piscine
 

ATTIVITÀ DI SERVIZI CHE POSSONO RESTARE APERTE

 
  • Bar e ristoranti (esclusivamente per consegna a domicilio)
  • Parrucchieri (esclusivamente per servizio a domicilio)
  • Notai e sportelli bancari (per atti e servizi di urgente necessità)
  • Qualunque altra attività di servizi purchè adotti norme per la tutela dei dipendenti e per evitare l’agglomerazione delle persone.
Condividi